Tag Archives: ITALIA

HOCKENHEIM 2012

23 Lug

 

VOLONTA’, RICERCA, SVILUPPO, TECNOLOGIA E PROFESSIONALITA’

Ieri, al Gran Premio di formula uno della Germania, a Hockenheim, la Ferrari e Fernando Alonso, battendo tutti gli avversari, hanno vinto la corsa e sono saliti sul gradino più alto del podio.

Un trionfo che va oltre il significato sportivo ed entra a tutti gli effetti nella situazione attuale.

Fernando Alonso l’ha commentato in diretta al momento della sua intervista: il fatto ha anche un significato politico, che a mio parere è socio-politico.

I due paesi mediterranei, che in questo momento sono bersaglio della speculazione internazionale, vedono lo spread di oggi, e dei commenti a volte ironici dei Teutonici, attraverso le due eccellenze, la Ferrari e Alonso ci dimostrano che è possibile primeggiare e farsi valere a livello mondiale, sempre che…………

Alla base del successo ci sono le cinque chiavi del titolo: volontà, ricerca, sviluppo, tecnologia, professionalità.

Ciò che però fa funzionare in modo eccellente tutte queste chiavi, e ne è la condizione indispensabile, è CREDERCI, e FARE ciò che ne consegue.

I mezzi finanziari, fattore importantissimo, ma non unico, nulla potrebbero senza le altre condizioni, anzi, alle volte, il fatto di avere a disposizione molti mezzi, in qualche modo, diminuisce lo stimolo e le possibilità di successo.

Lo stimolo della necessità, infatti, sollecita la fantasia, e la creatività, caratteristiche tipiche degli Italiani e degli Spagnoli, che consente, anche con meno mezzi e meno strutture, il raggiungimento di risultati come questo del Gran Premio di Germania, e di molte altre eccellenze.

Ai successi in tutti i campi, nessuno escluso, corrisponde l’uso corretto degli ingredienti di cui scriviamo.

Impossibile a chiunque realizzare qualsiasi cosa se non si crede, e la Ferrari e Alonso ci credono, così come tutti gli Italiani e gli spagnoli che hanno le caratteristiche menzionate, pensa e credono che sia possibile uscire dall’attuale situazione critica.

Un percorso difficile, che richiede tempo, molto lavoro e molti sacrifici.

Non bastano certamente i pochi che percorrono questa strada.

Il messaggio di ieri è chiaro, dobbiamo solo sperare che un numero sempre più grande di persone, si rendano conto e incomincino a credere che possono, per quanto piccolo sia il loro ambito d’influenza, contribuire alla soluzione dei nostri problemi, realizzando il loro successo personale e quello comune.

Viva la Ferrari, vivo Alonso, viva noi che già crediamo e tutti quelli che crederanno.

 

L’IRREVERSIBILITA’ DELL’EURO.

23 Giu

 

L’IRREVERSIBILITA’ DELL’EURO!

 

Alla fine dell’incontro tra i rappresentanti di Germania, Italia, Francia e Spagna, si sono detti tutti d’accordo, che l’euro è una scelta irreversibile.

 

La Germania dalla sua posizione di stabilità e addirittura di crescita incita gli atri a fare gli sforzi necessari alla stabilizzazione dell’euro.

 

Come potranno i paesi dell’Europa Meridionale a superare, la strada in salita, con tutti i pesi che la Germania indirettamente, con la sua rigidità ha imposto, non è facile pronosticare.

Certamente l’unica irreversibilità dell’Euro è, che si deve pedalare, senza fermarsi nemmeno un secondo per respirare, pena lo scivolamento verso il fondo, da dove la Grecia sta tentando di tutto per risalire.

 

Le vitamine rappresentate dai 130 miliardi previsti per la crescita, pari all’1% del PIL Europeo, forse aiuteranno i “pedalatori” a resistere.

 

Come dire “hai voluto la bicicletta e adesso pedala!” 

Image